Credito d’imposta 2020 per formazione 4.0
scarica la scheda pratica

La legge di Bilancio ha previsto la proroga del credito d’imposta per le spese di formazione nel settore delle tecnologie 4.0 (IoT, Blockchain, Industria 4.0) per l’anno 2020.

Un incentivo fiscale molto rilevante soprattutto per start up e imprese innovative operanti in settori ad alta intensità tecnologica. Il credito d’imposta per la formazione 4.0 è stato inserito nel Piano Nazionale Impresa 4.0.

Scopri di più

Compila il form e scarica la guida

CONSULENZA & RISORSE
info@consulenzaerisorse.it
P.IVA IT02093620686

MILANO
SEDE LEGALE E OPERATIVA
Via Turati, 32 20121 Milano
Tel. +39 02 4070 2009

SEDE OPERATIVA
Viale Gran Sasso, 11 20131 Milano
Tel. +39 02 4070 2009

PESCARA
SEDE OPERATIVA
Via A. Caldora, 4 65125 Pescara
Tel. + 39 085 9561670

Incentivi economici e destinatari

Scopri di più

Cosa troverai nella nostra scheda pratica


Grazie al contributo dei nostri esperti in agevolazioni fiscali e finanziarie abbiamo preparato per te 
una scheda pratica per cogliere le opportunità legate al credito d’imposta per la formazione 4.0. 

Nella scheda troverai:

• Informazioni sul credito d’imposta per la formazione 4.0
• Condizioni di accesso all’agevolazione fiscale
• Attività e spese ammissibili
• Modalità di fruizione del credito d’imposta
• Linee guida per l’accesso al credito d'imposta


Scopri di più

Il credito d’imposta per la formazione 4.0 si rivolge alla generalità delle imprese residenti nel territorio dello Stato, ivi incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dall’attività esercitata, dalla natura giuridica, dalle dimensioni, dal regime contabile e dalle modalità di determinazione del reddito.

Nei confronti delle piccole imprese il credito d'imposta è riconosciuto in misura pari al 50% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di 300.000 euro.

Nei confronti delle medie imprese, il credito d'imposta è riconosciuto in misura pari al 40% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di 250.000 euro (rispetto ai previgenti 300.000 euro).

Nei confronti delle grandi imprese il credito d'imposta è riconosciuto in misura pari al 30% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di 250.000 euro (rispetto ai previgenti 200.000 euro).



Scopri di più